The Trap: catching the red tuna. Al Mut la mostra fotografica di Mattia Barbata

The Trap: catching the red tuna.
Al Mut la mostra fotografica di Mattia Barbata

L’autorità del Rais, mentre sovrintende alla costruzione dell’immensa trappola marina. La tensione dei tonnarotti, segnati nei volti e nei corpi dalla fatica. E la mattanza, momento culminante della pesca del tonno. Restituiscono i momenti salienti della vita della Tonnara le fotografie di Mattia Barbata, che saranno ospitate al Mut, Museo della Tonnara di Stintino a partire dal 10 maggio. The Trap: catching the red tuna è un reportage in bianco e nero realizzato nella Tonnara di Portoscuso, ancora attiva in Sardegna e oggi bistrattata dalle quote di pesca che ne limitano la produttività. Affascinato dal mondo della tonnara, il giovane fotografo di Santadi, offre uno sguardo ravvicinato, partecipe, con il doppio intento di raccontare un antico mestiere e di stimolare una riflessione sulla pesca del tonno, ponendo l’accento sulla sostenibilità del metodo praticato nelle tonnare. Un metodo che rispettando il ciclo vitale del tonno rosso, prende dal mare ciò che il mare può dare, senza pretendere di più. L’attività della tonnara, ormai praticata in Sardegna quasi unicamente tra l’Isola di San Pietro e le coste di Portoscuso, è ripresa oggi grazie alla società Tonnare Sulcitane che ha voluto riattivare la pesca tradizionale del tonno cercando di dare risposte alternative a un territorio sventrato dalle attività industriali. La mostra, che sarà inaugurata alle ore 18 di venerdì 10 maggio, sarà presentata dalla critica d’arte Giannella Demuro.

[written by Rossella Porcheddu]